MENU

der MAST presenta Loris Leo Lari 4et "LA LUCE DI ALGERIā€

giovedì 16 maggio 2019 - ore 21,00
Der Mast in collaborazione con l'Associazione Culturale Jazzontheroad e il sostegno del  Cricuito C.L.A.P.S., presenta un ambizioso quanto originale cartellone di concerti finalizzati a mettere in rilevo le nuove tendenze della musica jazz attraverso una accurata selezione di progetti di alcuni tra i più promettenti e talentuosi musicisti oggi in circolazione, con il fine di suscitare interesse/curiosità anche in quella fascia di età (18 -35 anni) che negli ultimi anni appare sempre più distante dalla musica live.
Questa sera sul palco del der Mast salirà uno dei componeti del progetto New Way Jazzontheroad, considerato già da qualche anno uno dei puù interessanti contrabbassisti della nuova generazione, Loris Leo Lari, che vanta già prestigiose collaborazioni in ambito jazz ma non solo (Ornella Vanoni, Paolo Fresu, Achille Succi, Bebo Ferra, Fulvio Sigurtà e molti altri); a Brescia Leo Lari presenterà il suo progetto "La Luce di Algeri”, accompagnato da altri giovani eccellenti musicisti quali Francesco Orio, Stefano Bruni e Davide Bussoleni.
 
Lori Leo Lari 4et "LA LUCE DI ALGERI"
 
Francesco Orio - Pianoforte
Stefano Bruni – Chitarra
Loris Leo Lari  - Contrabbasso
Davide Bussoleni - Batteria
 
Il quartetto è composto da Loris Leo Lari al contrabbasso, Francesco Orio al piano e tastiere, Stefano Bruni alla chitarra elettrica e Davide Bussoleni alla batteria.
La musica suonata dal quartetto è composta interamente da Loris; sono composizioni originali dal suono fresco, che hanno come centralità la melodia e coinvolgono sonorità e ritmi etnici ascoltati e sperimentati durante i numerosi viaggi e rielaborati in un genere che spazia dal jazz all'alternative rock ad evocazioni di musica classica, pur mantenendo un suono prettamente acustico.
A tratti viene richiamato il mondo maqam arabo arricchito da una varietà armonica tipica del jazz moderno; le composizioni alternano spazi di musica collettiva a momenti solistici e lasciano libertà espressiva al singolo musicista, elemento centrale in questo universo sonoro.
L'interplay tra i musicisti è un elemento fondamentale nella creazione di un ambiente musicale in cui chitarra e pianoforte si fondono in una sola voce, supportata da una sezione ritmica salda e in continuo dialogo.
Il tema centrale intorno al quale si articolano le composizioni è senza dubbio il concetto del viaggio, che interessa i vari brani sia dal punto di vista materiale (molti sono stati composti in viaggio o in seguito) che evocativo, con richiami anche alla mitologia greca.
La luce di Algeri è quindi uno sfondo luminoso di colori musicali, che si mischiano tra loro come in un quadro di Pollock. E’ la luce calda del primo mattino che penetra da una finestra di un hotel algerino, portando con se i melismi dei muezzin. È anche l’energia vitale di una musica sempre viva, inclusiva, che si rinnova ad ogni concerto ed evolve continuamente.
* * *
 
ingresso: intero euro 15,00 - ridotto euro 10,00 (per Tesserati Jazzontheroad 2018/2019, Under30 e studenti del Conservatorio)
per prenotazione posti chiamare: +39 392 489 0202 o inviare una mail a: info@dermast.art oppure a: info@jazzontheroad.net